martedì 20 giugno 2017

Marco Regina dalla DreamWorks a Cartoon Club

Come ogni anno dal 1985, lo staff del festival internazionale Cartoon Club di Rimini (che dalla primavera 1998 allo scorso marzo è stato l’editore di FdC) sta preparando grandi eventi per l’ormai prossima XXXIII edizione dal 17 al 23 luglio.

Tra le tante iniziative già annunciate, segnaliamo in particolare la Masterclass (fino a pochi anni fa si diceva lectio magistralis, oggi per brevità prevale l’inglese) in Character Animation da parte di Marco Regina (che è nato nel 1978 come FdC...), da anni Lead Animator presso i DreamWorks Animation Studios di Los Angeles e al lavoro su personaggi di saghe ben note come quelle nate da film animati come Kung Fu Panda (2008), Dragon Trainer (2010) e molti altri.

La Masterclass si svolgerà in due incontri da 4 ore ciascuno, venerdì 21 e sabato 22 luglio dalle ore 9 alle ore 13, forte della sua esperienza che l’ha portato da Matera alla Mecca del cinema! Maggiori dettagli nella pagina evento dedicata.

lunedì 19 giugno 2017

Le librerie Feltrinelli e la “Caccia ai tesori Bao”

Una grande “Caccia ai tesori Bao” sui fumetti in libreria che si svolgerà, in contemporanea, in 10 città italiane il prossimo sabato 24 giugno. L’iniziativa, ideata da Librerie Feltrinelli e Bao Publishing, è una sfida emozionante a risolvere l’ultimo enigma.  Come in una vera caccia al tesoro, infatti, per vincere bisogna risolvere gli enigmi e scovare gli indizi disseminati tra gli scaffali della libreria.  I premi al termine della “caccia” sono, naturalmente, i fumetti.

I lettori che riusciranno ad avere la meglio sugli indovinelli della Feltrinelli e di Bao vinceranno i volumi dei più celebri e amati artisti del momento: Rita Petruccioli, Zerocalcare, Giopota, Stefano Simeone, Daniel Cuello, French Carlomagno, Giacomo Bevilacqua, maicol & mirco, Toni Bruno, Alberto Madrigal.

L’appuntamento è fissato il 24 giugno in dieci librerie laFeltrinelli di Milano, Torino, Verona, Bologna, Roma, Napoli, Pescara, Bari, Catania e Palermo. Come partecipare? Fino a venerdì 23 giugno i partecipanti possono iscriversi sul sito ufficiale, indicando la libreria preferita. Con la e-mail di conferma dell’iscrizione si riceve il Primo indizio da risolvere: la soluzione sarà la Parola d’ordine necessaria per partecipare. L’appuntamento è poi alle ore 15 del 24 giugno in laFeltrinelli. Se la “Parola d’ordine” è corretta, si riceve un braccialetto e il Secondo indizio con cui il gioco può così iniziare! Risolvendo l’enigma in libreria, i primi dieci partecipanti più veloci a consegnare la risposta corretta riceveranno in premio un volume Bao. Tutti i partecipanti riceveranno comunque una spilla in omaggio firmata da Zerocalcare e altri dieci nominativi saranno estratti tra tutti i partecipanti per ricevere tavole a china originali da volumi Bao.

domenica 18 giugno 2017

I supereroi smascherati da History Channel

Ormai da decenni le loro imprese sono seguite da milioni di appassionati e ammirate sugli schermi cinetelevisivi di tutto il mondo. Dalla prima apparizione di Superman nel 1938 ai giorni nostri, i supereroi hanno accompagnato diverse generazioni, rispecchiando o anticipando i cambiamenti della società e determinando l’affermazione di due imperi editoriali, la Marvel e la DC, oggi controllati rispettivamente da Disney e Warner Bros.

Come sono stati creati Batman e Wonder Woman? In che modo Spider-Man e Hulk sono diventati fenomeni di culto? A queste e ad altre domande risponde Supereroi smascherati, lo speciale in due parti in onda venerdì 23 e venerdì 30 giugno alle ore 21.50 in prima visione italiana su History (canale 407 di Sky). Tra interviste esclusive e materiale inedito dagli archivi Marvel e DC, History racconta la nascita e il successo dei fumetti di supereroi, svelando tantissimi aneddoti. 

La prima parte ripercorre la creazione dei personaggi più iconici come Superman, Batman, Capitan America, Wonder Woman, Spider-Man e racconta come lo sviluppo dei loro personaggi sia strettamente legato a quello degli eventi storici della storia USA, dalla Seconda guerra mondiale all’11 settembre 2001, passando per la Guerra del Vietnam. La seconda serata invece raffigura il supereroe come un ribelle o un outsider e si focalizza su personaggi quali gli X-Men, Black Panther, Luke Cage, spiegando il loro impatto sul mondo dei fumetti e il loro legame con alcune battaglie sociali: dal movimento per i diritti civili al femminismo alla lotta contro la droga.

Tante le curiosità svelate nel documentario: creato dai due ebrei Joe Simon e Jack Kirby (questi celebrato nel nostro Annuario del Fumetto 2017, tuttora in edicola e fumetteria e acquistabile via PayPal qui) in chiave antinazista, Capitan America si sarebbe dovuto chiamare Super America; l’autore di Wonder Woman, lo psicologo e convinto femminista William Moulton Marston, contribuì all’invenzione del poligrafo che è più noto come “macchina della verità”.

Tra gli autori intervistati Stan Lee (di fatto creatore dell’intero universo Marvel), Grant Morrison (noto per molte storie di Batman), Chris Claremont (l’autore principe degli X-Men), Neal Adams (celebre per avventure di Green Lantern/Green Arrow e Batman), Gerry Conway (notissimo per Spider-Man), Geoff Johns (grande autore della Justice League), ma anche gli attori Jon Favreau (Iron Man), Clark Gregg (Agents of S.H.I.E.L.D.) e Anthony Mackie (Captain America: The Winter Soldier), la regista Patty Jenkins (Wonder Woman), l’astrofisico Neil deGrasse Tyson (raffigurato in un fumetto di Superman) e il creatore del Trono di Spade, George R.R. Martin, il quale rivela il suo amore per la Cosa e il suo primo scritto “ufficiale”: una lettera pubblicata nella posta dei Fantastic Four... insieme ad altre chicche che potete vedere in anteprima assoluta nell’estratto esclusivo qui sotto: 

video

venerdì 16 giugno 2017

Nuovi manga inediti da J-Pop

La milanese J-Pop prosegue nella pubblicazione di titoli e autori considerati tra i capisaldi della storia del fumetto giapponese, finora inediti per i lettori nostrani.

Nel 55° anno di attività, arrivano per la prima volta in Italia in particolare i manga del leggendario studio Tatsunoko: capolavori che hanno ispirato serie animate cult e che hanno segnato l’infanzia di generazioni di spettatori. È Judo Boy a segnare l’esordio nelle librerie e fumetterie delle produzioni Tatsunoko: il viaggio di un giovane lottatore intenzionato a vendicare la morte del padre, apparso per la prima volta sugli schermi italiani nel 1980 nell’emittente TeleMonteCarlo, ma le cui origini risalgono al 1968. Il volume unico è una raccolta completa che include sia l’opera originale, pubblicata sul settimanale Weekly Shonen Sunday prima della messa in onda della serie tv animata (1969), sia la contemporanea riduzione a fumetto su Weekly Shonen Jump. L’edizione italiana include anche una postfazione scritta dal maestro Sandro Cecchi del Kokusai Shotokan Renmei Kodokai di Tokyo.

Nei prossimi mesi sarà inoltre pubblicato Il mondo di Tatsunoko: personaggi e serie che hanno fatto la storia dell’animazione in un volume ricco di sketch, bozzetti, key visual, curiosità e approfondimenti per scoprire lo studio dei fratelli Yoshida.

Tra i grandi classici della storia del manga pubblicati da J-Pop, da pochi giorni è disponibile il primo di tre volumi de L’Età della Convivenza, il titolo più noto di Kazuo Kamimura (1940-86), figura centrale del movimento gekica e del manga in generale. Un raffinato e poetico racconto del rapporto tra due giovani che decidono di convivere senza sposarsi; l’elegante narrazione della storia di Kyoko e Jiro, indefinita e fragile, le loro sfuriate, il loro volersi bene, le loro angosce di giovani alla ricerca di un posto nel mondo, che li hanno resi l’emblema del disagio e delle follie dell’amore.

Dal 21 giugno arriva infine in libreria e fumetteria il box completo (in due volumi) di Speed Racer - Mach Go Go Go di Tatsuo Yoshida, storia del pilota Go Mifune e delle sue avventure temerarie alla guida di un bolide super sofisticato. Il primo incontro con il pubblico risale con l’anime Superauto Mach 5 (sugli schermi nipponici nel 1967-68, ma in Italia solo nel 1982), seguito dal rocambolesco film hollywoodiano Speed Racer (2008) delle sorelle Wachowski.

giovedì 15 giugno 2017

Anche Spider-Man contro il bullismo

Panini e l’associazione MaBasta! hanno unito le forze per contrastare un avversario insidioso che ogni giorno in Italia colpisce più di un ragazzo su due: il bullismo! Per farlo è stato scelto come simbolo il celeberrimo Uomo Ragno, vittima di molestie da parte dei suoi coetanei fin dagli inizi della sua lunga carriera fumettistica e cinematografica, in occasione delluscita nelle sale italiane da giovedì 6 luglio del film Spider-Man: Homecoming, in continuity con i precedenti Avengers e sugli anni del liceo di Peter Parker, dallinizio vittima di bullismo.

Marvel Comics ha reso Spider-Man protagonista di tre storie fuori serie dedicate al tema, a scopo educativo e informativo raccolte in un albo di 32 pagine disponibile in edicola e fumetteria da questa settimana. Le tre avventure (realizzate nel 2003 e 2015 e finora inedite in Italia) affrontano l’argomento dal punto di vista di una ex-vittima di bullismo, che ha trovato dentro di sé la forza di reagire ai soprusi ma soprattutto il coraggio di non trasformarsi a sua volta in un bullo, interrompendo così la spirale di violenza.

Nelle pagine finali l’albo include un articolo di presentazione del movimento MaBasta! (“Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti”) e una pagina informativa con i riferimenti da contattare in caso di bullismo. L’albo spillato di 32 pagine, con copertina plastificata lucida, è già disponibile sul territorio italiano a € 2,90.

giovedì 1 giugno 2017

“Nocedicocco - Il piccolo drago” al cinema!

Dopo lo storico Grisù e la saga di Dragon Trainer, ecco un film animato tedesco in computer grafica di 83 minuti realizzato nel 2014 con protagonista un draghetto, già apparso in 21 libri per bambini in 17 lingue diverse superando i 3 milioni di copie nel mondo (almeno 300 mila in Italia, da Einaudi Ragazzi nella collana Storie e rime).

Si chiama Kokosnuss – in italiano, Nocedicocco – e con i suoi due amici il vegetariano Oscar e l’istrice Matilda è nato 15 anni fa dalla fantasia di Ingo Siegner, ora sbarcato in un lungometraggio d’animazione 3D presentato in anteprima al recente festival Cartoons on the Bay (che dopo 20 edizioni è arrivato a Torino!) e da oggi nelle sale italiane grazie ai registi teutonici Nina Wels e Hubert Weiland.

Il film è dichiaratamente per bambini ma si fa vedere con piacere, fra continue peripezie che strappano più volte il sorriso, in una vicenda che non risparmia critiche ai conflitti (fra le diverse tribù dei draghi, metafora evidente di quanto fanno gli esseri umani) e permette di ricavare anche qualche insegnamento per i piccoli spettatori («Impara ad amarti e spiccherai il volo»). 

Qui sotto il trailer:

martedì 30 maggio 2017

“Fumo di China” n.262 in edicola e fumetteria

Come sempre sta arrivando nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.262, introdotto da una splendida copertina di Anna Brandoli, che festeggia la rodata (e rinnovata, con tanto di ripresa della saga di Rebecca) collaborazione con lo sceneggiatore Renato Queirolo.

Dopo un editoriale su quanto gli autori si lasciano influenzare dal pubblico (un piccolo riassunto dei precedenti a fumetti) e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone), il dossier sul “dinamico duo” Brandoli & Queirolo si apre con due lunghe premesse di entrambi alla chiacchierata con il nostro diretùr, seguito dall’ormai noto ulteriore dossier sui 40 anni di FdC (scaricate sul nostro nuovo sito l’index 1978-2017 con l’elenco di tutti gli autori e i personaggi di cui abbiamo parlato fin qui in questi decenni!) che ci accompagnerà fino allo scoccare della ricorrenza a febbraio 2018, con due interviste ogni volta: la personalità esterna al fumetto ma che lo segue e ama stavolta è Giulio Giorello e l’autore che ha debuttato nei fumetti proprio su FdC è  Max Bertolini.

Quindi largo a un’intervista esclusiva con Toyotaro (erede scelto personalmente dal sensei Akira Toriyama per il manga di Dragon Ball Super) e a Mattia Labadessa sbarcato su carta dal web, oltre ai nostri esclusivi reportage da Napoli Comicon e la neo fiera milanese Tempo di Libri.

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi, fra cui vi segnaliamo il meglio secondo noi), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), approfondimenti puntuali (questa volta sui 40 anni dalla scomparsa di Héctor Germán Oesterheld e il binomio fumetti & scienziati)... per non perdere di vista nessun aspetto del brulicante mondo della Nona Arte in Italia!

Tutto questo e altro ancora (da qualche mese anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), a soli 4 euro: buona lettura!

lunedì 29 maggio 2017

Scienzacomics Science Show, la scienza dei supereroi

Come può la scienza spiegare i poteri dei supereroi? Si tratta solo di fantasia o un giorno potremo volare come Superman, essere resistenti come Wolverine e comandare i fulmini come Thor?

Ai supereroi sono stati affidati superpoteri che permettono loro di compiere azioni sorprendenti o apparentemente impossibili. Ma è davvero così? Sono realmente poteri così “impossibili”, o in natura esistono dei fenomeni in qualche modo assimilabili a queste facoltà?

Ne parlavamo tempo fa anche su FdC, recensendo alcuni volumi anche italiani sullargomento. Ma cè chi da anni se ne occupa anche per educare attivamente i più giovani.

Il Dottor Wow, la simpatica mascotte barbuta di ScienzaComics (ottima idea della ADM - Associazione Didattica Museale del Museo Civico di Storia Naturale di Milano) introdurrà grandi e piccoli a vita, morte e “miracoli” di alcuni supereroi, facendoci scoprire che anche in natura avvengono cose davvero sorprendenti!

Per ulteriori dettagli, seguite il sito ufficiale!

giovedì 25 maggio 2017

“XL Comics” al Castello Malatestiano di Longiano

Nel ciclo di incontri con gli autori “Le ali della libellula”, organizzati dalla onlus Fondazione “Tito Balestra” per la primavera 2017 a cura di Flaminio e Massimo Balestra, alla Galleria d’arte moderna e contemporanea nel Castello Malatestiano di Longiano (FC) il prossimo sabato 10 giugno alle ore 18 Alberto Corradi, Massimo Giacon e David “Diavù” Vecchiato converseranno a margine del volume XL Comics (Panini Comics).

Al termine della presentazione i tre autori inaugureranno “XL Comics: una piccola mostra per grandi fumetti”, con tavole di AlePop, Alberto Corradi, Pino Creanza, Dr. Pira, Francesca Ghermandi, Massimo Giacon, Ale Giorgini, Maicol & Mirco, Ratigher, Squaz, Davide Toffolo, Tuono Pettinato e “Diavù” Vecchiato dall’esperienza del mensile XL Repubblica dal 2005 al 2013, raccolta nel volume nella quasi totalità delle storie a fumetti, con gli straordinari frutti di otto anni all’insegna dell’arte del fumetto, dei suoi eventi e della sua anima più squisitamente rock’n’roll.

A seguire, degustazione a cura di Nunc Est Bibendum, azienda vitivinicola di Umberto Giarola da Palazzuolo di Sona (VR). Come resistere al richiamo dell’arte?

mercoledì 24 maggio 2017

Le copertine illustrate in mostra a Verona

L’Istituto Design Palladio in collaborazione con la Biblioteca Civica, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Verona e la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori di Milano organizzano la mostra “Copertine illustrate Junior Mondadori: dal mondo per il mondo” (con la locandina che riprende la copertina di Quentin Blake per Ascolta il tuo cuore di Bianca Pitzorno) presso la Protomoteca della Biblioteca Civica di via Cappello 43, dal 25 maggio al 6 giugno.

L’inaugurazione ufficiale si tiene alle ore 17,30 di venerdì 26 maggio, preceduta da un incontro in Sala di Teologia alle ore 16 con Paolo D’Altan, fra i maggiori illustratori italiani e uno dei primi a promuovere l’illustrazione digitale, che dialogherà con Mauro Marchesi di “Editoria e illustrazione nella letteratura contemporanea per ragazzi”, più interventi di Raffaella Cristini, Agostino Contò, Margherita Forestan, Claudio Gallo.

La Biblioteca Civica di Verona conserva i libri per ragazzi progettati all’interno della Redazione Mondadori che fino a qualche tempo fa operava a Verona, e/o stampati prima in riva all’Adige, a partire dagli Anni Venti, e poi in altre città. In seguito al trasferimento della redazione a Milano, Margherita Forestan ha raccolto e consegnato alla Civica di Verona più di duemila volumi in lingua originale, di autori in precedenza tradotti e pubblicati da Mondadori. Questo patrimonio, titolo per titolo è già ordinato e catalogato, quindi consultabile sull’OPAC (ABV). 

La mostra vuol richiamare l’attenzione ai cambiamenti introdotti, con la collana Junior, sul mercato italiano, cambiamenti che riguardano spesso l’illustrazione di copertina, la scelta dei colori e, più in generale, l’impostazione grafica. Gli studenti dell’Istituto Design Palladio hanno selezionato i titoli per l’esposizione che ripercorre idealmente due decenni di storia editoriale e di storia dell’illustrazione nel nostro paese. Inoltre, insieme ai docenti dei corsi di Illustrazione & Comics e Visual Design, hanno curato l’allestimento, la stesura delle didascalie, la disposizione dei documenti, l’ordine espositivo in collaborazione con i dirigenti e il personale della Biblioteca Civica.

martedì 23 maggio 2017

“Piccole storie”... della foresta e del mare

Due amici, un tenero cagnolino e un intraprendente scoiattolo, partono all’avventura per far scoprire ai lettori più piccoli gli animali che popolano il nostro mondo, in una serie di coloratissimi libri a fumetti.

Ne abbiamo parlato nell’intervista su FdC n.259 a febbraio con il suo disegnatore: ReNoir Comics porta in Italia Piccole storie (in cartonati a colori da 32 pagine a 9,90 euro), la serie per bambini di Brrémaud e Federico Bertolucci, già pubblicata con successo in Francia, Stati Uniti e Germania. I due sono gli autori della celebrata serie Love (usciti finora La tigre, La volpe, Il leone e I dinosauri), vincitrice di premi internazionali e per cui Bertolucci è stato candidato come miglior disegnatore agli Eisner Award, gli Oscar del fumetto, nel 2016 e 2017.

Piccole storie nasce per raccontare altre storie di animali con un taglio adatto ai bambini. I protagonisti sono due amici, uno scoiattolo e un cagnolino, che girano il mondo con un aeroplanino di cartone o con un sommergibile portatile, esplorando i luoghi dove vivono gli animali. Le loro simpatiche avventure, raccontate in strisce a due colori, sono accompagnate da grandi tavole spettacolari dedicate agli animali che incontrano, dai cinghiali agli orsi, dai cervi volanti alle murene, dagli squali ai cavallucci marini. 

In appendice a ogni libro, brevi schede raccontano curiosità sulle creature incontrate. I primi due volumi della serie, Piccole storie della foresta e Piccole storie del mare, verranno presentati in anteprima allArf! festival di Roma dal 26 al 28 maggio e distribuiti in libreria e fumetteria da giugno. Qui sotto alcune tavole: buona lettura!





lunedì 22 maggio 2017

Guido Buzzelli, torna “La Trilogia” di graphic novel

Tragicomico e profondo, autore di storie fantastiche e visionarie pervase da un’amarissima vena di satira sociale, ferocemente critico verso il potere e la società dei consumi, Guido Buzzelli (1927-92) dominò la scena degli anni Sessanta e Settanta. Lo chiamavano “il Goya del fumetto” . Il precursore del moderno graphic novel torna con tre storie finalmente riedite grazie a Coconino Press, riunite in un prestigioso volume deluxe, con uno splendido dipinto inedito nella sovracoperta wraparound e una introduzione di Igort.

Un grandissimo disegnatore e pittore di taglio naturalistico, della scuola di illustratori come Achille Beltrame e Walter Molino. Dal punto di vista artistico questo era Buzzelli, un maestro che però per esprimersi aveva scelto il fumetto e la satira, perché con questi strumenti poteva comunicare meglio il suo messaggio beffardo e sconsolato, realisticamente aspro: una fotografia deformata delle debolezze e delle contraddizioni dell'umanità. Fu ribattezzato “il Goya del fumetto” e “il Michelangelo dei mostri” per la sua vocazione all’inquietante, all’oscuro, all’ossessivo. Ma anche per le sue lunghe storie fantastiche e visionarie, da antesignano del graphic novel, nelle quali metteva alla berlina fin dagli anni Sessanta i meccanismi del potere e la società dei consumi, la pubblicità, la televisione come Grande Fratello.

Ne sono un esempio i tre lunghi racconti riuniti nel nuovo volume: La rivolta dei racchi (lungo racconto pubblicato direttamente in volume nel 1967 come Almanacco di Lucca Comics) è la cronaca grottesca e tragicomica di una rivoluzione fallita e tradita (quello stesso anno su Sgt. Kirk usciva a puntate Una ballata del mare salato di Hugo Pratt...). I labirinti (1970) narra in chiave fantascientifica di un mondo post-catastrofe dove gli scienziati compiono atroci esperimenti. E Zil Zelub (1972), anagramma del cognome di Buzzelli, è la surreale avventura di un uomo qualunque che va letteralmente in pezzi.

Umanista per contrasto, Buzzelli si metteva sempre in scena nei suoi fumetti disegnando con continue varianti, surreali e grottesche, la denuncia di Pasolini: il grido di dolore per una società che ha abbracciato lo sviluppo senza progresso e annientato l’uomo. All’ ARF! festival il prossimo venerdì 26 maggio Milo Manara ricorderà il suo amico e maestro a 25 anni dalla scomparsa e a 50 da La rivolta dei racchi, da molti considerato il primo graphic novel italiano e finalmente disponibile nel nuovo volume, presentato in anteprima al Salone del Libro di Torino che si chiude oggi e poi in libreria.

martedì 16 maggio 2017

Nuove uscite per gli Oscar Ink di Mondadori

Da oggi in libreria e fumetteria 5 altri volumi del nuovo marchio Oscar Ink di Mondadori che ha appena debuttato questo mese (qui alcune tavole in anteprima). Due sono delle novità assolute: Monstress di Liu Marjorie & Sana Takeda, e Black Monday di Jonathan Hickman.

Monstress (208 pp, € 19) racconta di Maika, una sopravvissuta a cui la guerra si è presa il braccio sinistro: ora lo spaventoso potere che è in lei vuole prendersi il resto. Tra steampunk e Kaiju, l’acclamata, sontuosa, magnifica rivelazione del fumetto nippo-americano. Ambientato in una ucronica e suggestiva società asiatica matriarcale del primo Novecento, Monstress combina elementi del genere giapponese «kaiju» (quello dei mostri giganti e potentissimi come Godzilla) con contaminazioni estetiche di sapore steampunk. Sceneggiatura incalzante di taglio occidentale e sontuoso disegno dalle ascendenze manga già in questo Volume Uno: Risveglio.

Black Monday (240 pp, 20) racconta come dal crollo del 1929 alla crisi dei subprime del 2008, i grandi sommovimenti della finanza globale siano orchestrati da un circolo ristretto di burattinai... tutti emissari del demonio, evidente fin da questo Vol. 01.

Gli altri volumi (ristampe, ma di lusso) sono Palestina di Joe Sacco, Poema a fumetti di Dino Buzzati e Alan Ford: TNT edition di Max Bunker alias Luciano Secchi & Magnus (che raccoglie gli albi del 1969). Qui sotto tutte le copertine... e buona lettura! 








“Il tocco di Mida” dagli autori di “Adventure Time”

Un gruppo di ribelli galattici di diverse specie – incluso un dinosauro esperto di fisica quantistica – alla ricerca di un’arma per affrontare una Federazione affamata di potere, un misterioso pianeta invisibile ai radar in cui ogni cosa (tranne un corpo umano) sono stati trasformati in oro, un potere immenso che potrebbe cambiare per sempre il destino dell’intero Universo.

La mitologia incontra la fantascienza (e gli autori di Adventure Time): è la sintesi de Il tocco di Mida - The Midas Flesh, miniserie realizzata da Ryan North (noto anche per Jughead e L’Imbattibile Squirrel Girl), accompagnato dalle matite e i vibranti colori di Shelli Paroline e Braden Lamb (già in Adventure Time), portata al pubblico italiano grazie a Edizioni BD, che ha scelto di presentarla in un volume unico disponibile in libreria e fumetteria a partire da giovedì 18 maggio.

Cosa accadrebbe se realmente il corpo di Mida potesse trasformare in oro tutto ciò che tocca? E se questo straordinario potere venisse usato come fonte di reddito... o come arma di distruzione di massa? Oltre 200 pagine che uniscono dramma, ironia, civiltà aliene e surreali incontri sovrannaturali, in un pregiato volume cartonato con una copertina caratterizzata da una serie di impronte in lamina dorata. Il libro sarà inoltre disponibile nel circuito PopStore in un’edizione speciale di 500 esemplari, con una variant cover curata da  North in persona: è sua la mano che ha scritto gli appunti dorati in copertina, e dai suoi Dinosaur Comics (il webcomic che porta avanti dal 2003) viene la quarta, una striscia da cui, 5 anni prima dell’uscita, è nata l’idea de Il tocco di Mida.

Il volume s’inserisce nella nuova linea editoriale di Edizioni BD dedicata alla sci-fi: dopo The Disciples di Steve Niles e Il tocco di Mida, uscità presto l’antologia Punto di rottura - The Tipping Point, con 13 storie tra la fantascienza e il fantastico, realizzata da 14 visionari e pluripremiati autori come Naoki Urasawa, Paul Pope, Atsushi Kaneko, John Cassaday, Bastien Vivès, Taiyo Matsumoto. 

martedì 9 maggio 2017

“Annuario del Fumetto 2017” in edicola e fumetteria

Una copertina, filologicamente impeccabile, del kirbyano per eccellenza Leo Ortolani introduce il nuovo Annuario di FdC che fa il punto sui fumetti nell’era globale.

Mentre non accenna a diminuire l’incredibile offerta tra 30 mila edicole, 3 mila librerie e 300 fumetterie nel Bel Paese, nell’Annuario del Fumetto 2017 la redazione di FdC approfondisce la situazione italiana e internazionale, ragionando sulle mosse delle principali realtà editoriali e incontrando autori, editori e operatori del settore.

Il nostro omaggio al Re dei Comics “che disegnava in 3D anche quando lo faceva in 2D” (come ricorda sempre Leo), nel centenario della nascita, parte da un’intervista a Ortolani per poi raccontare appassionatamente l’intera carriera di Kirby, degli inizi e l’incontro con Joe Simon agli sviluppi “dietro le quinte” degli anni più celebri e innovativi con Stan Lee e la nascita dei maggiori eroi Marvel, la polemica con la Casa delle Idee e la rottura, il passaggio alla concorrente DC Comics con nuovi eroi (tutt’altro che minori, amatissimi anche se meno fortunati) e gli scampoli finali fino all’eredità creativa nell’immaginario collettivo di oggi con i film e telefilm di Hollywood.

E poi interviste a Matteo Buffagni (dai supereroi a Diabolik), Stefano Gorla (fino al 2016 direttore a il Giornalino e Gbaby oltre a Super G), Massimo Dall’Oglio (“mangaka bonelliano” intervistato dal nostro ex redattore Federico Memola su fantascienza e influenze degli stilemi d’Oriente e Occidente), Carlo Ambrosini (sul ritorno del suo Napoleone), Elena Mirulla (che dopo le Sexy Tales ci presenta Super Tits) e le immancabili “Pagine Gialle del Fumetto Italiano”: tutti gli indirizzi aggiornati di agenzie, associazioni, editori, fiere, scuole, fumetterie, siti...

Spazio quindi alla disamina tradizionalmente “senza peli sulla lingua” sul mercato nazionale: alcuni numeri, parziali ma significativi, le tendenze del mercato statunitense e una panoramica su quelli italiano, franco-belga e giapponese, più alcune curiosità poco segnalate perfino dal web.

E infine, le tradizionali “top 5” di redattori e collaboratori di Fumo di China, più le 5 migliori ristampe in assoluto. Tutto questo ancora (ora anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), in 64 pagine tutte a colori... a soli 7 euro in edicola e in fumetteria: buona lettura!

lunedì 8 maggio 2017

“March” a fumetti, le prime tavole in anteprima

La lunga marcia per i diritti civili negli USA parte da lontano e non è ancora finita. “Forse gli americani lo hanno dimenticato. E pochi hanno più titoli di John Lewis per ricordarci che aspetto ha la democrazia”, ha scritto l’autorevole The New York Times.

A pochi mesi dal secondo mandato di un presidente afroamericano, forse tendiamo a pensare che i risultati conseguiti dal movimento per i diritti civili siano stati un atto dovuto della democrazia, quasi un esito inevitabile del progresso sociale. Furono invece la dolorosa conquista di uomini e donne, spesso giovanissimi, che dovettero patire violenze indicibili lungo il corso di una protratta stagione di disciplina quotidiana, di addestramento alla non violenza, di determinazione incrollabile verso uno storico obiettivo di giustizia. John Lewis, protagonista principe di quella stagione, consegna oggi a questo acclamato memoir in forma di graphic novel il vivido racconto dall’interno della lunga, e a oggi incompiuta, marcia americana per l’uguaglianza.

March. Libro uno apre una trilogia che, con testi di John Lewis e Andrew Aydin, disegni di Nate Powell, grafica e lettering italiano dello Studio RAM di Bologna, inaugura – insieme a Escobar:El Patrón – il nuovo marchio Oscar Ink di Mondadori. Le librerie laFeltrinelli di Milano Piazza Piemonte (dal 12 maggio al 6 giugno), Napoli Piazza Martiri (dal 9 giugno al 2 luglio), Palermo via Cavour (da luglio ad agosto) e Roma Galleria Alberto Sordi in Piazza Colonna (a settembre) dedicano alla storia una mostra con 20 tavole.

Qui sotto, dopo la copertina in apertura di post, trovate le prime tavole dell’opera (tutte sono © 2013 John Lewis & Andrew Aydin e © 2017 Mondadori Libri S.p.A., Milano):

...il seguito in libreria e fumetteria: buona lettura!

giovedì 27 aprile 2017

“Fumo di China” n.261 in edicola e fumetteria

Sta arrivando nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.261, introdotto da una copertina inedita di Sergio Ponchione, che festeggia la nuova serie regolare della Bonelli: Mercurio Loi.

Dopo un editoriale sulle commistioni feconde fra letteratura e fumetto italiano (compreso il nuovo Commissario Ricciardi a fumetti), ma anche cinema e arte in senso lato, e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone: oltre ai top 5 tweet sul fumetto scelti da Comix Factory), il dossier sul nuovo personaggio bonelliano si apre con un colloquio esclusivo fra Stefano Gorla e Alessandro Bilotta sulla Roma papalina e la fiction di oggi, seguito da un incontro con Sergio Ponchione, fra gli autori al lavoro sui primi albi di Mercurio Loi.

Poi una piccola, grande novità: ogni mese un ulteriore dossier sui 40 anni di FdC (scaricate sul nostro nuovo sito l’index 1978-2017 con l’elenco di tutti gli autori e i personaggi di cui abbiamo parlato fin qui in questi decenni!) che ci accompagnerà fino allo scoccare della ricorrenza a febbraio 2018, con due interviste ogni volta: a una personalità esterna al fumetto ma che lo segue e ama (iniziamo con Luca Telese, cresciuto a pane e FdC) e a un autore che ha debuttato nei fumetti proprio su FdC (partiamo con il multiforme Giuliano Piccininno).

Quindi largo a un’intervista esclusiva con Francesca Mengozzi e Giovanni Marcora (da Kill the Granny al nuovo T.B.S.M.), a Emiliano Mammucari sulla miniserie Orfani: Terra che l’ha visto debuttare da sceneggiatore, il nuovo ritorno di Corazzata Spaziale Yamato con una sintesi ragionata del suo volo ultraquarantennale, il reportage dell’autorevole Gianni Brunoro dal primo salone Be Comics! di Padova e un saggio su Hugo Pratt e il Libro dei Morti fra sogno e realtà (in collaborazione con LoSpazioBianco.it).

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Strumenti” (sulla sempre più numerosa saggistica dedicata a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi, fra cui vi segnaliamo il meglio secondo noi), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), approfondimenti puntuali (questa volta sul “photocomic” The Cos-Fighters e la migliore Guida ai Super Robot)... per non perdere di vista nessun aspetto del brulicante mondo della Nona Arte in Italia!

Tutto questo e altro ancora (ora anche acquistabile via PayPal dal nostro sito rinnovato!), a soli 4 euro: buona lettura!

Torna in edicola tutto “Dragon Ball”

La Gazzetta dello Sport, Sorrisi e Canzoni TV e Panorama, in collaborazione con Edizioni Star Comics, pubblicano un’edizione inedita della serie Dragon Ball, il manga che nel 1994 inaugurò in Italia i manga non “ribaltati” ma coerenti agli originali giapponesi con il senso di lettura orientale. In questa nuova edizione il fumetto viene proposto in una grafica rivista e in ogni uscita c’è una cartolina da collezione con l’illustrazione della copertina.

Le avventure di Goku sono riprodotte in ordine cronologico, dall’infanzia all’età adulta in volumi corposi di quasi 200 pagine ciascuno. La lotta per il bene, il suo girovagare per il mondo alla ricerca delle sette sfere del drago, la lotta per la pace dell’universo hanno affascinato bambini e adulti e creato intorno al fumetto un mondo, dalla seguitissima serie tv animata a giochi collezionabili, da videogiochi (ne abbiamo appena parlato su FdC n.257) a colonne sonore.

La prima uscita è in edicola da oggi al prezzo di 4,99 euro oltre al quotidiano o al periodico, con in regalo un poster da collezione. Gli altri seguiranno a cadenza settimanale, ogni giovedì. La collana verrà anche presentata all’ormai prossimo Napoli Comicon che apre domani, alla Fiera d’Oltremare dal 28 aprile al primo maggio, con ospite Toyotaro, scelto direttamente da Akira Toriyama per disegnare la nuova serie Dragon Ball Super: nello stand Star Comics sarà possibile acquistare il primo volume e in anteprima il secondo, in edicola da giovedì 4 maggio.

mercoledì 26 aprile 2017

“Fumo di China” ha rinnovato il sito Internet

Ormai da decenni, Fumo di China è la rivista di critica e informazione sui fumetti più nota in Italia. Fondata nel 1978 come Bollettino del Club Giovani Amici del Fumetto, prende il nome attuale grazie a una felice intuizione dellallora redattore Franco Busatta ed è distribuita in fumetteria dal 1980 e anche in edicola dal 1989, affiancata dall’Annuario del Fumetto dal 1995. 

Con la nascita dei nuovi media, la redazione ha avuto modo di raccontare approfondimenti su autori e personaggi, interviste e reportage, news e saggistica, recensioni e tutto quanto caratterizza da semrpe la pubblicazione cartacea anche sul web dal 2003, su Flickr nel 2006, su Facebook dal 2011, su Twitter dal 2013.

E per chi era distratto dai bagordi delle feste, vi segnaliamo ufficialmente che, dopo la nuova grafica (l’anno scorso, in occasione del n.250) e il nuovo editore (dallo scorso n.260), come sorpresa nell'uovo di Pasqua abbiamo trovato il tanto sospirato nostro nuovo e moderno sito Internet che, oltre a essere comodamente leggibile anche da smartphone e tablet, contenere chicche inedite sui nostri primi 40 anni di pubblicazione, ora permette anche l'acquisto via PayPal di quanto ci è rimasto in archivio!

Non perdete l'occasione di rivedere e (ri)scoprire lemozionante cavalcata nei decenni con FdC... grazie come sempre ai nostri lettori, la nostra risorsa più affettuosa e longeva!

mercoledì 19 aprile 2017

“Escobar: El Patrón”, Astorina con gli Oscar Ink

Da domani 20 aprile, è in libreria e fumetteria il graphic novel Escobar: El Patrón, pubblicato da Astorina in collaborazione con Mondadori per il nuovo marchio Oscar Ink.

L’incredibile storia del celebre bandito colombiano Pablo Escobar (di recente oggetto di film e telefilm) è divenuto il soggetto di un avvincente graphic novel sceneggiato da Guido Piccoli e disegnato da Giuseppe Palumbo. Edito da Astorina, la storica casa editrice di Diabolik che per la prima volta pubblica un soggetto con un altro protagonista, sarà uno dei primi due titoli distribuiti da Oscar Ink, il nuovo marchio Mondadori dedicato al fumetto. Palumbo disegna da decenni le avventure del Re del Terrore, mentre Piccoli è autore di un centinaio di sceneggiati per Radio Rai e la Radio Svizzera Italiana, avendo per di più vissuto a Bogotà negli anni più caldi della guerra ai “narcos”, scrivendo diversi libri fra cui Colombia, il Paese dell’eccesso (Feltrinelli 2003).

Questa prima pubblicazione segna l’inizio di una collaborazione tra Astorina e Mondadori che proseguirà nel prossimo giugno, con la pubblicazione di una nuova edizione de Il Re del Terrore: Il remake che per il 40° anniversario ripropose, in versione moderna ed estesa, la storia del primo, storico numero di Diabolik, uscito nel novembre 1962 e disegnato dal “misterioso” Zarcone.

martedì 18 aprile 2017

“Alias Comics”, d’estate con “il manifesto”

Il quotidiano il manifesto torna a scommettere sulla Nona Arte con il supplemento mensile Alias Comics da giugno a settembre, 32 pagine a colori di grande formato con storie complete firmate da alcuni fra i migliori autori italiani: il 28 giugno un numero zero e la presentazione ufficiale a Napoli Comicon.

Fin dalla sua fondazione nel 1971, il manifesto ha avuto un occhio di riguardo per il fumetto: quello satirico, con i “commenti disegnati” oggi da Mauro Biani, e prima ancora da Vauro, Pat Carra ed ellekappa; quello storiografico, con la Storia popolare dell’impero americano a fumetti di Howard Zinn, Mike Konopacki e Paul Buhle (co-edita nel 2011 con Hazard Edizioni), e quello di fiction, proposto lo stesso anno in Gang Bang - 10 storie inedite a fumetti per 40 anni raccontati pericolosamente, volume antologico firmato con Edizioni BD e storie realizzate da molti “big” della scena italiana e finalista a Treviso Comic Book Festival nel 2012 come Miglior Fumetto Italiano.

Oggi, con un forte investimento, il “quotidiano comunista” torna a proporre fumetti con racconti in gran parte inediti di firmati Onofrio Catacchio, Diego Cajelli, Andrea Voglino e Gianluca Maconi, Stefano Zattera, Ariel Vittori e Tiziano Angri. Ogni numero di questa “rivista popolare d’autore”, in vendita abbinata con il quotidiano l’ultimo mercoledì di giugno, luglio, agosto e settembre, ospiterà tre avventure a colori complete e inedite realizzate per la testata, più una quarta tratta da un selezionatissimo repertorio di pubblicazioni indipendenti, “rimasterizzata” nel lettering e nell’aggiunta del colore dall’esperto Luca Bertelè.

Fra i generi, fantascienza, grottesco, western, horror... A completare il pacchetto, ogni mese, il poster della copertina firmata da Zattera e un’intervista a un protagonista della narrativa disegnata e non solo.

martedì 11 aprile 2017

Concorso Smacchiart 2017, “Il giro d’Italia a tavola”

Torna il concorso annuale Smacchiart, promosso dalla webzine Vari.china in occasione dell’omonimo festival del fumetto e illustrazione che si terrà come gli scorsi anni all’inizio di settembre a Varignana (BO).

La partecipazione è come sempre gratuita: basta realizzare ed inviare entro il 10 giugno 2017 un’illustrazione o un fumetto (di una tavola) sul tema di questa edizione “Il giro d’Italia a tavola”, rappresentando le peculiarità della propria terra a tavola tramite una ricetta o un ingrediente o un prodotto tipico.

I candidati saranno giudicati da Giuseppe Palumbo (autore di Diabolik, Martin Mystère e Ramarro), Andrea Plazzi (già fondatore di FdC, oggi editor di Rat-Man) e Nicola D’Agostino (articolista per Panorama). I primi venti lavori classificati verranno riprodotti sul catalogo e i primi dieci esposti a Varignana durante il weekend di svolgimento della manifestazione. L’opera vincitrice verrà inoltre messa sulla copertina del catalogo, su locandine e materiale promozionale e soprattutto l’autore riceverà in premio materiale da disegno del valore di cento euro.

Il regolamento è consultabile qui. Per contatti e maggiori informazioni c’è la pagina Facebook ufficiale e l’indirizzo e-mail. Qui sotto, una foto della premiazione dell’edizione 2016: in bocca al lupo a tutti!


venerdì 7 aprile 2017

Rat-Man vola nello spazio, con Paolo Nespoli!

Oggi alla fiera Romics il neo 60enne astronauta Paolo Nespoli ha presentato con l’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e in collaborazione con l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) il nuovo progetto di Leo Ortolani, seduto al suo fianco.

Si tratta del volume C’è spazio per tutti, in uscita la prossima Lucca Comics & Games e anticipato da un albo di anteprima, che prende... “vita” (come il nome della terza missione sulla Stazione Spaziale Internazionale che l’astronauta italiano terrà per sei mesi dal 29 maggio) proprio sulla ISS: tutto procede bene, finché sulla stazione non arriva un certo supereroe della Città senza nome... Nel più grande viaggio mai affrontato da Rat-Man ci saranno avventura e divertimento, ma ad andare lontano sarà il fumetto stesso: quando in estate partirà con la Soyuz MS-05 per l’ISS, Nespoli porterà infatti con sé una copia dell’albo!

“Spesso, quando ci sono dei problemi nelle riunioni dico: tranquilli, non stiamo mica mandando l’uomo sulla Luna. Ma in questo caso ci stiamo andando, beh, davvero vicino...”, ha commentato Marco M. Lupoi, direttore publishing Panini. “Le missioni spaziali sono un momento importante per la crescita del genere umano. Ci permettono di fare tutta una serie di cose sulla terra impossibili, così come ci costringono a lavorare al limite delle nostre capacità. Ma non è solo tutta scienza e tecnologia, è anche vita, arte, cultura e piacere. Sarà per me un piacere volare con Rat-Man nello spazio!”, ha detto Nespoli.

Ortolani presenterà l’anteprima di C’è spazio per tutti al prossimo Napoli Comicon, che si terrà presso la Mostra d’Oltremare dal 28 aprile all’1 maggio. L’autore sarà presente inoltre, come ospite di Panini Comics, nel corso del Salone Internazionale del Libro di Torino, dal 18 al 22 maggio al Lingotto Fiere.

mercoledì 29 marzo 2017

Il crowdfunding per “Instantly Elsewhere”

Rimangono ancora pochi giorni per la più recente campagna di crowdfunding internazionale (modalità di cui FdC si occupa fin dai tempi dell’Annuario del Fumetto 2013) per Instantly Elsewhere, lanciata lo scorso 8 marzo dalla piattaforma Spaceman Project per il progetto nato dalla collaborazione fra i due autori italiani Lorenzo Palloni (30enne fumettista aretino tra i fondatori dell’associazione culturale Mammaiuto) e Alessandro Martorelli in arte Martoz (27enne street artist di Assisi molto attivo anche come illustratore e fumettista).

Instantly Elsewhere è una storia fantastica e violenta, che s’interroga sulla potenza universale della creazione e del racconto, in cui niente è certo e il finale ribalta ognicarta in tavola. La storia, scritta da Palloni e disegnata da Martoz, è pensata per un pubblico di ogni età, con obiettivo di pubblicazione a luglio 2018, in un volume unico a fumetti di 208 pagine a colori in formato 17 x 24 cm.

La campagna di crowdfunding, con l’obiettivo di 15 mila euro, prevede le seguenti ricompense: Softcover Edition (brossurato), Hardcover Edition (cartonato), Pencil Edition (cartonato in b/n), Artbook (48 pagine in b/n), “Diventa un personaggio di Instantly Elsewhere!” (apparendo in versione disegnata nella storia), Hardcover + commissione (con un disegno extra richiesto “ad hoc”).

Per saperne di più, ulteriori dettagli si trovano a questo indirizzo, con tanto di bel booktrailer dell’iniziativa, a cui auguriamo di cuore di avere pienamente successo.