martedì 18 aprile 2017

“Alias Comics”, d’estate con “il manifesto”

Il quotidiano il manifesto torna a scommettere sulla Nona Arte con il supplemento mensile Alias Comics da giugno a settembre, 32 pagine a colori di grande formato con storie complete firmate da alcuni fra i migliori autori italiani: il 28 giugno un numero zero e la presentazione ufficiale a Napoli Comicon.

Fin dalla sua fondazione nel 1971, il manifesto ha avuto un occhio di riguardo per il fumetto: quello satirico, con i “commenti disegnati” oggi da Mauro Biani, e prima ancora da Vauro, Pat Carra ed ellekappa; quello storiografico, con la Storia popolare dell’impero americano a fumetti di Howard Zinn, Mike Konopacki e Paul Buhle (co-edita nel 2011 con Hazard Edizioni), e quello di fiction, proposto lo stesso anno in Gang Bang - 10 storie inedite a fumetti per 40 anni raccontati pericolosamente, volume antologico firmato con Edizioni BD e storie realizzate da molti “big” della scena italiana e finalista a Treviso Comic Book Festival nel 2012 come Miglior Fumetto Italiano.

Oggi, con un forte investimento, il “quotidiano comunista” torna a proporre fumetti con racconti in gran parte inediti di firmati Onofrio Catacchio, Diego Cajelli, Andrea Voglino e Gianluca Maconi, Stefano Zattera, Ariel Vittori e Tiziano Angri. Ogni numero di questa “rivista popolare d’autore”, in vendita abbinata con il quotidiano l’ultimo mercoledì di giugno, luglio, agosto e settembre, ospiterà tre avventure a colori complete e inedite realizzate per la testata, più una quarta tratta da un selezionatissimo repertorio di pubblicazioni indipendenti, “rimasterizzata” nel lettering e nell’aggiunta del colore dall’esperto Luca Bertelè.

Fra i generi, fantascienza, grottesco, western, horror... A completare il pacchetto, ogni mese, il poster della copertina firmata da Zattera e un’intervista a un protagonista della narrativa disegnata e non solo.

Nessun commento:

Posta un commento