giovedì 28 luglio 2016

Autunno a fumetti con Coconino Press

Tornata a pubblicare fumetti “a tutto spiano” con la (benemerita!) ristampa di Jimmy Corrigan e la nuova collana Coconino Gekiga, la casa editrice bolognese prosegue un anno entusiasmante annunciando per settembre il bellissimo reportage di Ugo Bertotti Vivere, il nuovo Beverly di Nick Drnaso e un’edizione ampliata e completamente rinnovata de Il viaggiatore distante di Otto Gabos.

In particolare segnaliamo Vivere, nuovo straordinario reportage disegnato dell’autore di Il mondo di Aisha: la storia vera di Selma, profuga palestinese 49enne in fuga dalla Siria in guerra e del suo dono che ha salvato tre vite. Fuggita con il marito e due figli adolescenti in Egitto, in un viaggio avventuroso con altri migranti su un barcone condotto da scafisti, i soccorsi della Guardia costiera italiana che la trovano in fin di vita al largo di Siracusa, la decisione di donare gli organi a tre italiani da tempo in attesa di trapianto... L’autore ha raccolto le testimonianze dei familiari, dei medici dell’Ismett (il centro siciliano d’eccellenza nel settore dei trapianti) e di chi oggi vive con i suoi organi. Una storia carica di umanità, di un dolore che si trasforma in speranza, raccontata con pudore e delicatezza e che arriva dritta al cuore.

Anche i mesi di ottobre e novembre per Coconino Press si annunciano succulenti per chi vuole leggere storie a fumetti di qualità, con diverse uscite notevoli fra cui l’esilarante Charles di Alessandro Tota, la nuova edizione di Yuri di Igort, l’inconsueta biografia Leda (sull’anarchica Raffaelli) di Sara Colaone, Francesco Satta e Luca de Santis, la raccolta di racconti Crocevia di Yoshihiro Tatsumi, il noir metafisico L’armadio di Satie di Sebastiano Vilella, nonché la ricca antologia Muscoli & Forbici di Stefano Tamburini (di cui quest’anno ricorrono i 30 anni della scomparsa).

martedì 19 luglio 2016

Riminicomix, annunciato “Starblazers 2199”

La scorsa domenica 17 luglio, alla conferenza “We are Dynit: la nostra Storia” durante Riminicomix, il direttore esecutivo Carlo Cavazzoni ha raccontato la nuova situazione del mercato degli anime nell’industria culturale odierna, dove l’intrattenimento non ha più soltanto canali tv e uscite in home video come spazi distributivi, ma anche eventi al cinema (a partire dal 25° di Akira) e serie con sottotitoli in streaming su portali come VVVVID (utile anche per capire quali serie hanno più pubblico e diverse potenzialità di sviluppo).

Tra le tante novità annunciate per l’immediato e l’autunno, è stata ufficializzato l’arrivo in Italia di Space Battleship Yamato 2199, serie animata del 2012 realizzata da Xebec e Anime International Company, che da noi si chiamerà Starblazers 2199.

Già un paio di anni fa Dynit in collaborazione con Nexo Digital portò nei cinema italiani il film dal vero diretto da Takashi Yamazaki. Composta da 26 episodi, in Giappone la serie è stata pubblicata da Bandai Visual in 7 volumi tra il 2012 e il 2013 e in Italia uscirà su supporto fisico a fine ottobre, prevedibilmente per la fiera di Lucca. Qualche ulteriore dettaglio, immagini e filmati qui. Di seguito la sequenza d'apertura: 


lunedì 18 luglio 2016

Cartoon Club 2016, centomila presenze!

Il XXXII festival Cartoon Club ha chiuso con la XX mostra mercato Riminicomix e la XII Cosplay Convention un’edizione memorabile. Fra ospiti illustri, eventi, proiezioni, esposizioni, premi, stand e ritrovi, l’appuntamento internazionale del cinema d’animazione, fumetto e games tenutosi a Rimini dal 9 al 17 luglio ha raggiunto l’obiettivo delle centomila presenze nelle tenso strutture e i locali in piazzale Fellini.

Duepadiglioni in più rispetto alla scorsa Riminicomix, ogni giorno affollata di appassionati e collezionisti,  tutto esaurito nei concerti di venerdì, sabato e domenica, con oltre 5 mila persone ad ascoltare Giorgio Vanni e le più amate sigle dei cartoni animati. E poi 250 proiezioni di film e cortometraggi in concorso da tutto il mondo, 7 concerti, 20 incontri con gli autori, appuntamenti con personalità come Maurizio Nichetti, Enrico Beruschi, il regista Michel Fuzellier, l’autore di culto Leo Ortolani, lo sceneggiatore Alfredo Castelli, la youtuber The Lost Jade, l’idol Utau Yume e tanti altri (un centinaio gli autori ospiti, compreso un nutrito gruppo di cosplayer russe!) hanno evidenziato la crescita della più grande manifestazione italiana di settore a ingresso libero.

Come da tradizione, numerosi i riconoscimenti a opere legate ad animazione e fumetti. Per il Premio Cartoon Kids dedicato ai corti animati, 300 ragazzi tra i 6 e i 13 anni hanno scelto Canned di Ivan Joy, Tanya Zaman e Nathaniel Hatton, studenti del Ringling College of Art and Design (USA), con menzioni speciali a Invisible e Rupee Run.
VI Premio Cartoon Club a Castillo y elarmado di Pedro Harres per l’efficacia grafica e il contesto narrativo generale, supportato da idee visive di particolare efficacia. Menzione speciale a Perched di Liam Harris, per la simpatia dell’insieme e la gradevolezza del racconto, su un’animazione coinvolgente.
XX Premio Signor Rossi, dedicato a film d’animazione realizzati dagli studenti delle Scuole di Cinema d’Animazione Internazionali, a Arzena Velenifera di Ludovica Ottaviani, Anna Sireci e Maria Testa del Centro Sperimentale di Cinematografia Piemonte, Dipartimento Animazione (National Film School) per la qualità del soggetto, l’originalità del tratto, la fluidità dell’insieme e l’ottima sincronizzazione tra musica ed immagini.
VII Premio Cartoon Junior a The big headedboy di Nelson Fernandes per compattezza di narrazione, grafica ed animazione dimostrata nel raccontare una sensibile vicenda di accettazione della propria diversità.

Premio Fede a Strisce 2016 a Maurilio Tavormina per Il saio del santo (pubblicato sul Messaggero dei Ragazzi), che racconta da un anno san Francesco dal punto di vista del nipote Piccardo e dei suoi amici nell’Assisi del XIII secolo, e menzione speciale a Paolo Cossi per Santiago (sul Piccolo Missionario), che tratta con levità e ironia il tema del pellegrinaggio religioso.
Premio Franco Fossati ad Andrea Sani per Blake e Mortimer. Il realismo fantastico della linea chiara  (Alessandro Editore) su Edgar P. Jacobs raccontato come un romanzo, menzione speciale al da poco scomparso Piero Zanotto per Fumetto a Nordest (Supernova), opera che rispecchia l’infaticabile opera di critica, storia del fumetto e divulgazione mai banale, quasi sintesi del prezioso lavoro di una vita.

giovedì 14 luglio 2016

Riminicomix con “Lupin III vs. Detective Conan”

Anche quest’anno un prezioso regalo per tutti i fan di Lupin III, il ladro gentiluomo protagonista di numerose serie tv animate trasmesse in Italia fin dal 1979, e di Detective Conan, l’infallibile investigatore anche lui sbarcato dai manga in animazione (sugli schermi del Bel Paese dal 2002).

In collaborazione con Italia 1, venerdì 15 luglio Cartoon Club presenta in anteprima nazionale lo special tv Lupin III vs. Detective Conan, alle ore 21 nel PalaCartoon di piazzale Fellini, come sempre a ingresso libero. Della durata di 105 minuti, lo speciale è stato trasmesso per la prima volta in Giappone il 27 marzo 2009 ed è tuttora inedito in Italia, dove sarà trasmesso entro fine anno. 

Con una lavorazione durata due anni, il cartoon rende omaggio ai 55 anni di Nippon Television, produttrice di Lupin III, e ai 50 di Yomiuri TV, produttrice di Detective Conan. Il 7 marzo 2009 è uscito il trailer ufficiale dello special, da non confondere con il sequel Lupin Terzo vs. Detective Conan: The Movie, lungometraggio animato uscito nei cinema giapponesi il 7 dicembre 2013 e distribuito doppiato in alcune sale italiane il 10-11 febbraio 2015. 

A cornice dell’anteprima nazionale a Riminicomix si terrà inoltre un concorso esclusivo: verranno votati i migliori cosplayer a tema Lupin III, premiati la sera stessa sul palco del PalaCartoon con divertenti gadget gentilmente offerti da Media 4 Commerce! Di seguito, il trailer dello speciale: 

martedì 12 luglio 2016

Riminicomix, gli incontri con gli autori

Manca davvero pochissimo al XX Riminicomix, nei tradizionali orari quotidiani 17-24 da giovedì 14 a domenica 17 luglio, tra le tante iniziative ritracciabili (comprese le piantine degli stand nei padiglioni) sul sito ufficiale.

Com’è ormai tradizione degli ultimi anni, tutti gli incontri si terranno nella prestigiosa Sala Convegni della Palazzina Roma di via Luci del Varietà, accanto al piazzale Federico Fellini a Marina Centro di fronte al celebre Grand Hotel, quasi tutti moderati dal nostro direttore editoriale Loris Cantarelli.

Giovedì 14 spazio alla mostra su san Francesco, le produzioni delle Edizioni Inkiostro (in omaggio ai presenti una litografia della versione variant dell’albo The Cannibal Family per Riminicomix), le interpretazioni di Matteo Renzi da parte della satira e l’anime Spaceship Sagittarius.

Venerdì 15 sarà la volta di Leo Ortolani (in omaggio ai presenti una sua litografia), il team-up di Martin Mystère e Zio Boris (con albo inedito per Riminicomix e ospite speciale Enrico Beruschi), la saggistica su Andrea Pazienza, Dampyr oggi e domani (con albo inedito per Riminicomix).

Sabato 16 tocca ai 20 anni del Diabolik Club, The Cannibal Family (in omaggio ai presenti una litografia di Rossano Piccioni e l’albo inedito per Riminicomix in edizione b/n), i supereroi di Emanuela Lupacchino, Indians di Lele Vianello e Stefano Babini (in omaggio ai presenti una litografia per entrambi).

Domenica 17 la Dynit presenta il suo lavoro di localizzazione di anime e merchandising (in omaggio ai presenti gli shitajiki dell’Attacco dei Giganti), poi spazio alla mostra su Osvaldo Cavandoli con la sua Linea e altro, eroi e supereroi Panini (da Marvel a Disney, W.i.t.c.h. comprese) e la fantascienza in crowdfunding dei Blasteroid Bros.

Nomi e dettagli completi qui: vi aspettiamo numerosi... e buon divertimento!

lunedì 11 luglio 2016

Michel Fuzellier, Cartoon Club alla carriera e “Iqbal”

Sarà Michel Fuzellier, regista del film d’animazione Iqbal - Bambini senza paura (realizzato con il sostegno dell’Unicef), a ricevere domani sera il premio Cartoon Club alla carriera, nel 2014 conferito a Bruno Bozzetto e nel 2015 a Giuseppe Laganà.

Fuzellier riceverà il riconoscimento domani sera al Teatro “Ermete Novelli” di Rimini dalle ore 21, in occasione delle proiezioni dei cortometraggi in concorso alla XXXII Festival internazionale del cinema di animazione, del fumetto e dei games.

Mercoledì mattina, il regista incontrerà nel teatro dalle ore 9.30 tutti i bambini in occasione della proiezione a ingresso libero di Iqbal - Bambini senza paura,  ispirato alla storia vera del bambino pachistano simbolo della lotta al lavoro minorile, ucciso a 12 anni nel 1995 (e che a 4 anni già lavorava in una fabbrica di mattoni per saldare un debito della famiglia, tenuto insieme ad altri bambini incatenato e denutrito).

Il cartoon di Fuzellier e Babak Payami ha però un lieto fine e racconta con i toni dell’avventura e del fantastico una storia universale. "Ci siamo interrogati a lungo sul finale del film e abbiamo scelto questo non solo perché Iqbal è rivolto ai ragazzi”, ha spiegato Fuzellier, “ma anche perché volevamo raccontare una storia entusiasmante, un eroe positivo e tutto ciò che ha fatto Iqbal di positivo l'ha fatto da vivo. Il fatto che l'abbiano ammazzato lo ha trasformato in un martire, ma per noi era importante rendere la straordinarietà di un bambino di dieci anni che parla all'Onu. Data l'importanza del tema e del personaggio eravamo di fronte ad un bivio: o lo trattavamo in modo molto serio o, come abbiamo fatto, lo trattavamo come una favola".

Il film si distingue per la scelta di combinare animazione 3D e animazione 2D tradizionale, muovendosi su un doppio piano narrativo: da una parte la realtà, dall'altra i "sogni di Iqbal" disegnati da Valeria Petrone, momenti che interrompono il flusso della storia con evasioni immaginarie, grazie alle quali il piccolo protagonista ricarica la sua energia vitale e trova la forza di lottare. Anche la musica è protagonista del film, grazie alla colonna sonora composta da Patrizio Fariselli (già negli Area) con la collaborazione di Carlo Boccadoro.

Di seguito, il trailer del film: 

sabato 9 luglio 2016

XX Riminicomix, programma e canzone ufficiale

Per il suo 20° appuntamento, ormai “spalmato” su ben 4 giorni, la più grande mostra mercato dedicata al fumetto in Italia a ingresso gratuito (con centomila persone previste nel totale degli appuntamenti) nel lancio del programma definitivo ha deciso di regalare a tutti i fan una canzone ufficiale, cantata da Matteo Leonetti.

Dopo l’apertura questa sera dell’intero XXXII festival internazionale di cinema d’animazione, fumetto e games Cartoon Club con il divertente Volere volare (1991) di Maurizio Nichetti, proiettato a 25 anni dall’uscita con la presenza speciale e la premiazione dell’attore e regista milanese, proseguono le numerose esposizioni come “Osvaldo Cavandoli, la Linea e altro...” (con tavole e videoinstallazioni attraverso lo sguardo dell’amico riminese Nedo Zanotti), “Cuore e acciaio. Il mito dei super robot giapponesi (nella cornice fashion del DuoMo Hotel), “20 anni di Diabolik Club” (presso la Palazzina Roma di piazzale Fellini, di fronte al Grand Hotel), “Gente d’altri tempi. Enzo Jannacci, nuove canzoni a colori” (con oltre 50 autori a rileggere le canzoini del cantautore milanese)... senza contare albetti a fumetti inediti di Martin Mystère (in clamoroso team-up con Zio Boris, presto diverràun film!) e Dampyr.

Grande l’attesa anche per la XII Cosplay Convention e l’apertura degli stand con una nuova area riservata alle case editrici. Nella Palazzina Roma, come da tradizione ampio spazio agli incontri e dibattiti con autori e doppiatori, workshop e interviste, premiazioni e fumetti gratuiti sotto l’ombrellone (il celebre momento “Fumetti on the beach” con i disegnatori in spiaggia) e presentazioni: il programma completo è qui.

Buon divertimento!

venerdì 8 luglio 2016

“Zio Boris” diventa un film!

Zio Boris, la terza striscia a fumetti creata in Italia (dopo le Sturmtruppen di Bonvi e il Gatto Filippo su Paese Sera nel 1950 – nel 1969 da Alfredo Castelli e Carlo Peroni, ristampato da Panini Comics e ora ripreso da Daniele Fagarazzi in appendice a Martin Mystère, sta per diventare un film: ne dà l’annuncio l’albo Martin Mystère incontra Zio Boris, il più recente di una serie di albetti a fumetti curati da Castelli con i disegni di Lucio Filippucci e altri illustratori, pubblicati fin dal 2003 nell’ambito di Riminicomix.

Per l’occasione venerdì 15 luglio alle ore 17.45, nella Palazzina Roma di fronte al Grand Hotel di Rimini, in presenza degli autori del fumetto, del regista Aleister e del protagonista Enrico Beruschi sarà proiettato il filmato di presentazione da 10 minuti. “Non si tratta di un vero e proprio ‘pilota’ quanto di una sorta di trailer suscettibile di modifiche, che è servito per verificare con la produzione le potenzialità del fumetto nella sua trasposizione cinematografica” – spiega Aleister. “Attualmente stiamo lavorando con Excelsior Cinematografica alla pre-produzione di un lungometraggio basato sulle storie scritte da Alfredo Castelli”.

“L’idea di interpretare Zio Boris mi diverte molto”, ha commentato l’attore Enrico Beruschi, che sostiene la parte dell’ineffabile creatore di mostri. “Ho conosciuto il fumetto ai tempi di Drive In quando ho interpretato un personaggio vagamente ispirato a quella striscia, Doctor Beruscus, e mi sembra di compiere un salto indietro nel tempo: praticamente ringiovanisco”. Accanto a Beruschi recitano Jennifer Rodriguezl (Bloody Mary), Cristiano Militello (Drak), Giovanni Battezzato (Wolf), Andrea Lucchetta (Frankie), Alberto “Zak” Azarya (Igor).

martedì 5 luglio 2016

“Dampyr”, un altro albo speciale a Riminicomix

Oltre al BVZM alias Martin Mystère, che 15 anni fa ha inaugurato con i disegni di Daniele Caluri gli albetti inediti di Cartoon Club ambientati a Rimini (con tanto di grande annuncio mysterioso nella prestigiosa sede del Grand Hotel di felliniana memoria!), anche il Dampyr creato da Mauro Boselli e Maurizio Colombo torna quest’anno a infestare la festosa 4 giorni della XX edizione di Riminicomix... con sorpresa ulteriore!

L’albo di quest’anno, infatti, dal titolo “L’emblema del drago” (24 pagine nel tradizionale formato bonelliano, uno spillato con redazionali inediti e un’intervista esclusiva, a soli 3,80 euro), scritto e ideato dal sempre arrembante Giorgio Giusfredi, vedrà infatti l’esordio ai disegni (copertina compresa, visibile qui sopra) su un personaggio bonelliano del figlio d’arte Marco “will” Villa, 24enne fumettista finora noto per alcuni fumetti di Don Camillo e con i scarp de tennis...

Durante la guerra gotico-bizantina del VI secolo d.C., la città di Ariminum è assediata dagli ostrogoti del re Vitige. Il generale bizantino Flavio Belisario manda un manipolo di valorosi Daci guidati dal micidiale comandante Draco (che altri non è che Draka, il padre di Harlan, il dampyr nato dallunione tra una donna e un vampiro) in aiuto di Iohannes detto "il sanguinario" in carica nella città strategica per la conquista del Piceno. Mentre Vaes, luogotenente di Draco, cova una nobile vendetta, scendono in campo a insanguinare la spiaggia della riviera anche gli inumani Unni agli ordini del misterioso Re dei Morti...

Una vicenda appassionante fra storia e leggenda, a cui si accompagnerà un’iniziativa che ci fa molto piacere annunciare per la prima volta: a ogni acquisto alla mostra mercato (come sempre a ingresso libero!) saranno date in omaggio 2 cartoline Dampyr... in attesa di una prossima iniziativa direttamente della Sergio Bonelli Editore!

venerdì 1 luglio 2016

Cartoon Club, a Rimini con la Notte Rosa

Tre notti fatate all’insegna della magia, del Rosa scintillante e dei sogni di principi e principesse. Per la Notte Rosa 2016, il festival internazionale Cartoon Club e la Rainbow di Iginio Straffi propongono a Castel Sismondo, nel centro storico di Rimini, tre serate a misura di famiglia da giovedì 30 giugno a sabato 2 luglio, con spettacoli e animazioni in compagnia delle magiche fatine WinX dopo il successo dellanno scorso anche quest’anno protagoniste indiscusse.

Con le eroine della serie animata WinX Club ci sarà anche la coraggiosa e avventurosa Mia, protagonista del live-action fantasy Mia and Me. Novità di quest’anno Regal Academy (con i primi episodi già su Rai YoYo), una scuola speciale i cui insegnanti sono gli eroi delle favole e dove la teenager Rose (nipote di Cenerentola) vive le sue fantastiche avventure.

Dopo la “Notte Rosa Preview” di giovedì 30 giugno  nel “centopico” universo di Mia and Me  (laboratori creativi, di trucco unicorno, laboratori elfici e letture magiche direttamente, una fotografia con la protagonista e un autografo ascoltando le sue avventure) con tanto di cine-maratona in co-produzione con Rai Fiction, la magia continua venerdì 1 luglio nell’atmosfera di Regal Academy.

Si comincia alle 18 con lezioni di danza regale, portamento e ballo, trucco regale, tattoo e realizzazione di un look da vero principe. Seguirà una caccia al tesoro da favola tra i regni di Regal Academy. La serata continua alle ore 21 con un suggestivo ballo in costume.

Sabato 2 luglio sarà alla Notte Rosa di Rimini il “WinX Club Pink Night Dream”, esclusivo spettacolo dal vivo con le WinX: un racconto animato tra balli, magiche coreografie e tutta la magia del WinX Club... al termine del quale sarà possibile incontrare, fare foto e ricevere autografi con le fatine.
 

Come sempre per le iniziative Cartoon Club e Riminicomix, la partecipazione è gratuita.