venerdì 23 settembre 2016

“Fumo di China” n.254 in edicola e fumetteria

Pur con la consueta diffusione a “macchia di leopardo” tutta italiana, sta uscendo nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il nuovo FdC n.254, introdotto da una copertina inedita di Francesco Abrignani sulla nuova avventura editoriale It Comics che sarà presentata nella prossima Lucca Comics & Games.

Dopo un editoriale dedicato dal grande successo del XX Riminicomix nel XXXII Cartoon Club alle tante fiere dell’autunno e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone), segue un dossier sulle serie e gli autori dell’intero progetto It Comics, con un’intervista esclusiva ai coordinatori Francesco Abrignani e Fabiano Ambu... e le primissime tavole in esclusiva per ognuna delle collane!

Spazio poi alla prima intervista rilasciata dal nuovo copertinista di Zagor, Alessandro Piccinelli, scelto dalla redazione dopo la scomparsa del suo creatore Gallieno Ferri, oltre al reportage dall’esclusivo e lungo incontro catanese con Riyoko Ikeda durante Etna Comics sugli shoujo manga e il loro valore culturale (a partire dal suo Lady Oscar ma non soltanto), nonché il talentuoso Esad Ribić e un’intervista alla brava Chiara Abastanotti, oltre a un’appassionata rilettura del rapporto fra Venezia, Hugo Pratt e il suo Corto Maltese in occasione della grande mostra a Città del Castello e ad alcune... curiose coincidenze fra Carlos Trillo, Niccolò Ammaniti, la serie a fumetti Valter Buio (da novembre ristampato in 4 cartonati da 300 pagine di grande formato) e la serie tv Deadbeat.

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi, fra cui vi segnaliamo il meglio secondo noi), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), “Strumenti” (le pubblicazioni saggistiche dedicate a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione)... e le strisce di “Renzo & Lucia”, con testi e disegni inediti di Marcello!

Tutto questo e altro ancora, a soli 4 euro: buona lettura!

giovedì 22 settembre 2016

Magnus Day 2016 a Castel del Rio (BO)

Domenica 9 ottobre 2016 a Castel del Rio (BO), nel contesto della Sagra dei Marroni, avrà luogo l’annuale Magnus Day, manifestazione a ingresso gratuito dedicata al famoso fumettista bolognese Roberto Raviola, in arte Magnus, scomparso 20 anni fa, poco dopo aver finito l’estenuante lavorazione del suo “Texone”. Come sempre la giornata sarà preceduta, il sabato, da una camminata campestre a cura di Rino Gianstefani, per visitare luoghi nei pressi di Castel del Rio frequentati e disegnati da Magnus in opere a fumetti come il Lunario. L’edizione di quest’anno celebra inoltre l’editore e autore Sergio Bonelli, di cui ricorrono 5 anni dalla scomparsa (dopo l’ultima apparizione pubblica a Riminicomix per i 50 anni di Zagor).

Ospite principale è Roberto Diso, storico e principale disegnatore di Mister No, protagonista di una mostra di tavole originali e schizzi e autore del disegno per il piatto in ceramica per la Sagra, consuetudine inaugurata più di due decenni fa proprio da Magnus. Insieme a Pasquale Del Vecchio, Stefano Andreucci e Rossano Rossi, Diso ha inoltre realizzato una serie di illustrazioni a tema “Tex a Castel del Rio”, disponibili in stampe esclusive, insieme ad altri autori bonelliani come lo sceneggiatore Luigi Mignacco e Giuliano Piccininno, che presenterà il nuovo personaggio satirico Graspaman, protagonista di un albo da 32 pagine a colori, e realizzerà un omaggio a Magnus, Tex e Castel del Rio insieme a Massimo Bonfatti.

A questi nomi si uniranno, come ogni anno, altri amici e colleghi di Magnus che incontreranno il pubblico, disegneranno e ricorderanno il geniale fumettista. L’appuntamento è per domenica 9 ottobre al Palazzo Alidosi in Via Montanara 1 dalle ore 10, con mostra mercato del fumetto da collezione al piano terra. Di seguito s’inaugurerà l’esposizione di disegni originali di Diso e nel pomeriggio l’incontro con gli autori, la presentazione del piatto e delle altre iniziative.

La giornata si concluderà con la consueta “cena d’artista” al ristorante Gallo. Per informazioni: tel. 0542.95906, urp@casteldelrio.provincia.bologna.it, gabrielebernabei@libero.it. Prenotazioni per la cena d’artista: tel. 0542.95924.

sabato 17 settembre 2016

10 anni ReNoir Comics, l'avventura continua

Forte di oltre 250 titoli pubblicati in 10 anni, acquisito il marchio Nona Arte nel 2012 e prodotto per RCS Quotidiani oltre 400 albi di preziosissimo recupero del fumetto franco-belga, il miglior fumetto indipendente USA e gli acclamati “integrali” (da Buck Danny a Prince Valiant), nonché la produzione di Don Camillo a fumetti (con oltre mille tavole e più di 20 autori coinvolti) la milanese ReNoir Comics ha presentato alla stampa di settore i suoi piani per la prossima Lucca Comics & Games e il prossimo 2017.

Per i 70 anni di Lucky Luke (i cui diritti erano incredibilmente rimasti scoperti quasi un decennio...), dopo la collana brossurata e quella cartonata “collaterale” a La Gazzetta dello Sport, al primo volume della collana del cowboy più veloce della sua ombra “visto da...” Matthieu Bonhomme (a Lucca in 200 esemplari esclusivi in b/n) farà seguito il primo volume della ristampa integrale con la consueta messe di redazionali e il nuovo episodio inedito.

Spazio poi a White Indian di Frank Frazetta, il secondo volume di Yoko Tsuno di Roger Leloup, il recupero di titoli della Tower Comics con Wally Wood fra i disegnatori (come Undersea Agent e T.H.U.N.D.E.R. Agents, di cui uscirà un film nel 2018) la collana integrale dell’Alix di Jacques Martin e il prolungamento della Collana Avventura con la “rosea” almeno fino alla primavera... con una lunga serie attesissima. Oltre agli autori italiani come Andrea Mutti e Matteo Alemanno fra gli altri, alla kermesse lucchese saranno presenti Bohomme con il primo, splendido integrale di Esteban, il secondo “gattofilo” Lackadaisy, Daniel Lieske di Wormworld Saga e Thijs Wilms & Wil Raymakers dell’acclamato FantaZoo.

Per il 2017 è previsto il lancio di una collana di fumetti ispirati alla storia, a partire da Una maglietta per l’Algeria di Javi Ray, Kris e Bernard Galic (tratto da una storia vera) e una nuova collana destinata ai più giovani, a prtire dal pluripremiato Awkward di Svetlana Chmakova. Nel formato di Delilah Dirk uscirà poi Shadow Hero di Gene Luen Yang, oltre all’avvio dell’integrale di Tif e Tondu.

Ce n’è di che avere l’acquolina in bocca... buone letture a tutti!

venerdì 16 settembre 2016

Scuola Comics, porte aperte alla creatività

Anche per fare fumetto, cartoni animati o grafica occorre sedersi dietro ai banchi? Frequentare una scuola, con orari, insegnanti e verifiche? Talento e regolatezza possono andare a braccetto e tradursi in una professione? Marco Bianchini non ha dubbi e a chi gli chiede se, nell’era digitale, non sia anacronistica una scuola il direttore della Scuola Internazionale di Comics a Jesi risponde: “Una scuola di arti grafiche non ha mai perso importanza nel tempo, anzi il contrario: va vista come un centro creativo e ricettivo di tutte le tendenze e le novità artistiche che via via si alternano e si rinnovano in tutti i mondi creativi: fumetto, illustrazione, animazione e cosi via”. Il prossimo sabato 17 settembre è in programma l’Open Day dalle ore 10 alle 18, con i docenti della scuola a disposizione per una giornata di orientamento gratuito (e sconto del 5% per chi si iscrive quel giorno): tel. 0731.844181, jesi@scuolacomics.it.

Autore unico del serial Termite Bianca, disegnatore di lungo corso per la Bonelli (dove entrò nel 1983 creando graficamente Kerry il Trapper su testi di Tiziano Sclavi, passando poi da Mister No a Tex) con puntate oltralpe, il 58enne l’autore aretino da anni si mette alla prova anche come insegnante, in una Scuola dove oggi s’impara anche la costruzione di siti, per renderli più accattivanti anche quando trattano di fumetto o anime: il nostro direttore responsabile Paolo Guiducci ha incontrato Bianchini per un approfondimento.

Raccontaci qualcosa di più sulla Scuola... 
Oltre ai corsi di grafica e di fumetto da qualche anno abbiamo cominciato a trattare anche il mondo dei Games, una nuova frontiera ricca di occasioni professionali per giovani che si possono cosi avvicinare a dei settori lavorativi che trattano la concepì art, gli effetti digitali e il mondo dei games in generale, potranno cosi progettare e realizzare il loro gioco. Abbiamo già case produttrici pronte a comprarli dovessero essere di loro interesse. Del resto anche nel mondo dei fumetti del resto, oggi non bastano solo le capacità artistiche, ma bisogna anche saper gestire la propria attività e promuoverla attraverso i canali del web, ecco quindi la necessità di sapersi fare un proprio blog o capire le capacità promozionali dei social network. Anche di questo informiamo i nostri studenti”.

E l’Open Day del prossimo 17 settembre, a Jesi ma pure nella sede di Firenze, che ripeterà la giornata anche sabato 24 settembre? 
Ha lo scopo di aprire le porte a chi è interessato alle nostre attività, testare le opportunità che si possono cogliere nei nostri corsi, respirare l’atmosfera che si vive nella scuola, conoscere gli insegnanti e porre loro tutte le domande che possono essere utili per capire se la strada che si vuol percorrere è quella giusta. E soprattutto capire se questo luogo è il posto dove vorrei essere per dar vita alle proprie ambizioni che speriamo diverranno realtà lavorative. Cosa ci può essere di meglio che far diventare i propri sogni una realtà concreta e la ragione della propria vita professionale?"

Qualche appassionato magari è spaventato dai costi... 
I prezzi dei corsi sono abbordabili e in linea con i costi delle scuole universitarie e parauniversitarie. Fra quelle specialistiche è quella che ha i prezzi migliori confrontando quello che viene offerto con la spesa richiesta: oltre all’insegnamento la Scuola offre l’opportunità di seguire workshop, seminari e incontri con professionisti che non insegnano da noi, partecipazione ai festival e offre opportunità professionali già dal terzo anno di corso”.

Proviamo a definire la Scuola in tre righe. 
È il posto migliore dove mettersi alla prova e verificare se si ha un talento, seguiti e stimolati da professionisti affermati e capaci di tirar fuori da ogni studente le sue peculiarità artistiche. Un banco di prova, ma anche un luogo che testimonia l’evoluzione di questi mondi creativi”. 

Cosa consiglieresti a un ragazzo che ama il fumetto e vuol intraprendere la via professionale? 
“A chi vuol intraprendere la via del fumettista mi sento di consigliare questa Scuola per vari motivi; troverà talentuosi insegnanti a propria disposizione, un programma ormai ben collaudato in grado di far emergere tutte le capacità artistiche di ogni studente ed incanalarle verso una professione artistica, offrire reali possibilità lavorative attraverso i contatti professionali internazionali della scuola, ma soprattutto ti fa capire se questo è un mondo che fa per te o no, in tutte le sue sfaccettature”.

mercoledì 31 agosto 2016

“Fumo di China” a Narni Comics & Games 2016

Festeggerà i 55 anni di Zagor (fresco di nuovo copertinista, intervistato su FdC n.254 di settembre) e i 30 di Dylan Dog l’edizione 2016 di Narni Comics & Games in programma al centro storico dal 2 al 4 settembre nelle location di Palazzo dei Priori, museo Eroli e teatro Giuseppe Manini... complice la splendida locandina di Loal Airaghi che vediamo qui sopra.

L’edizione 2016 è stata presentata dall’assessore alla cultura Gianni Giombolini e dai disegnatori Mauro Laurenti e Giovanna degl’Innocenti. “C’è grande soddisfazione in tutti noi – ha detto l’assessore – per la qualità dell’evento, garantita da personaggi di primissimo piano nel panorama nazionale, alcuni dei quali residenti ormai da anni in città. Narni Comics & Games continua il percorso fumettistico iniziato anni fa e rinnova un evento che ha grande richiamo a livello locale, regionale e nazionale”. “Narni ha delle location meravigliose – hanno detto Laurenti e Degl’Innocenti – che ci hanno convinto a puntare sulla città per fare un evento che esalta il fumetto e tutto il suo mondo coniugandosi perfettamente con il centro storico”.

30 i disegnatori a livello nazionale e internazionale, la metà dei quali della Sergio Bonelli Editore, che presenteranno i loro lavori ed eseguiranno disegni dal vivo. In onore di Zagor saranno presenti i due forum dello Spirito con la Scure, ZTN e SCLS. Al Teatro Comunale una mostra sull’Indagatore dell’Incubo, che festeggia con tavole originali di 4 suoi disegnatori e una mostra di pittura di un giovane artista emergente, Beppe Stasi.

Altra importante grande mostra sarà dedicata a Stefano Andreucci, disegnatore che vive a Narni (TR) e che esporrà le tavole originali di tutti i suoi lavori, da quelli per la Bonelli a quelli per la francese Delcourt. Verrà inoltre testato il nuovo gioco da tavolo di Zagor che sarà in vendita a Lucca Comics & Games. Ci sarà anche la Scuola Romana dei Fumetti, tra cui la disegnatrice Disney Arianna Rea, e i cui autori si esibiranno in dimostrazioni dal vivo, mentre nel cortile di Palazzo dei Priori si allestirà un’Area Ragazzi con laboratori gratuiti per i 3 giorni dell’evento.

La manifestazione inizia venerdì dalle 15 alle 20. Sabato e domenica dalle 9,30 alle 20... vi aspettiamo!

lunedì 1 agosto 2016

“Fumo di China” n.252/253 in edicola e fumetteria

Dopo la consueta anteprima a Riminicomix lo scorso 14-17 luglio, è uscito nelle migliori edicole e fumetterie d’Italia il tradizionale doppio estivo di FdC n.252/253, introdotto da una copertina inedita di Paul Azaceta realizzata in esclusiva alla scorsa Lucca Comics & Games.

Dopo un editoriale dedicato al riconoscimento consegnato all’apertura del festival riminese Cartoon Club al multiforme Maurizio Nichetti per i 25 anni del suo Volere volare e le tradizionali news dal mondo (Italia, Francia, Stati Uniti e Giappone... fra quelle che ci bombardano quotidianamente, più l’abituale selezione dei top 5 tweet più divertenti), segue un dossier sulle storie horror più apprezzate di recente anche in Italia: quelle di Outcast (attraverso l’intervista esclusiva a Paul Azaceta) e quelle del nostrano Dampyr (con un’intervista a Marco “will” Villa esordiente nell’avventura inedita ambientata a Rimini e a Enea Riboldi, copertinista di sempre per l’Ammazzavampiri bonelliano).

Spazio poi agli incontri con Menotti alias Roberto Marchionni (sceneggiatore con il regista di Lo chiamavano Jeeg Robot), David Chauvel (sull’adattamento forse più fedele ma anche originale di Pinocchio), Maurizio Piraccini in arte Dr. Pira, i “Dentiblù” Barbara Barbieri e Stefano Bonfanti, Graziano Romani (sul suo nuovo disco Diabolik genius of crime) e ai nostri sempre succosi reportage: un primo bilancio di All-New, All-Different Marvel (in collaborazione esclusiva con LoSpazioBianco.it), Annecy 2016 (il maggior festival d’animazione europeo), il punto sul cinema d’animazione italiano (in un incontro con Federico Fiecconi), gli albi a fumetti apparsi al cinema e in tv in produzioni italiane, il primo festival Bricòla per le autoproduzioni al Wow Spazio Fumetto di Milano.

E ancora, le nostre abituali 7 pagine di recensioni per orientarsi nel mare magnum del fumetto proposto nelle edicole, fumetterie e librerie italiane, le rubriche pungenti come “Il Suggerimento” (per non perdere di vista uscite sfiziose), “Il Podio” (i top 3 del mese), “Pollice Verso” (un exploit in negativo), “Letture d’Oltralpe” (sulle uscite francesi, fra cui vi segnaliamo il meglio secondo noi), “Il Rinoceronte in carica” (la rubrica di Daniele Daccò, direttore editoriale del portale giornalistico Orgoglio Nerd), “Nuvolette Digitali” (la tradizionale rubrica di Maria-Angela Silleni sui fumetti on line), “Strumenti” (le pubblicazioni saggistiche dedicate a fumetto, illustrazione e cinema d’animazione), i brevi approfondimenti mensili (questa volta sul ritorno italiano di Sydney Jordan e la ristampa del Pinocchio di Alberico Motta & Sandro Dossi)... e infine, le strisce di “Renzo & Lucia”, con testi e disegni inediti di Marcello!

Tutto questo e altro ancora, a soli 4 euro: buona lettura!

giovedì 28 luglio 2016

Autunno a fumetti con Coconino Press

Tornata a pubblicare fumetti “a tutto spiano” con la (benemerita!) ristampa di Jimmy Corrigan e la nuova collana Coconino Gekiga, la casa editrice bolognese prosegue un anno entusiasmante annunciando per settembre il bellissimo reportage di Ugo Bertotti Vivere, il nuovo Beverly di Nick Drnaso e un’edizione ampliata e completamente rinnovata de Il viaggiatore distante di Otto Gabos.

In particolare segnaliamo Vivere, nuovo straordinario reportage disegnato dell’autore di Il mondo di Aisha: la storia vera di Selma, profuga palestinese 49enne in fuga dalla Siria in guerra e del suo dono che ha salvato tre vite. Fuggita con il marito e due figli adolescenti in Egitto, in un viaggio avventuroso con altri migranti su un barcone condotto da scafisti, i soccorsi della Guardia costiera italiana che la trovano in fin di vita al largo di Siracusa, la decisione di donare gli organi a tre italiani da tempo in attesa di trapianto... L’autore ha raccolto le testimonianze dei familiari, dei medici dell’Ismett (il centro siciliano d’eccellenza nel settore dei trapianti) e di chi oggi vive con i suoi organi. Una storia carica di umanità, di un dolore che si trasforma in speranza, raccontata con pudore e delicatezza e che arriva dritta al cuore.

Anche i mesi di ottobre e novembre per Coconino Press si annunciano succulenti per chi vuole leggere storie a fumetti di qualità, con diverse uscite notevoli fra cui l’esilarante Charles di Alessandro Tota, la nuova edizione di Yuri di Igort, l’inconsueta biografia Leda (sull’anarchica Raffaelli) di Sara Colaone, Francesco Satta e Luca de Santis, la raccolta di racconti Crocevia di Yoshihiro Tatsumi, il noir metafisico L’armadio di Satie di Sebastiano Vilella, nonché la ricca antologia Muscoli & Forbici di Stefano Tamburini (di cui quest’anno ricorrono i 30 anni della scomparsa).